Seleziona una pagina

contenuto-qualitàIl rischio è quello di risultare noiosi a furia di ripetere le stesse cose. E l’essere noiosi sarebbe il peggior fallimento per chi vuole scrivere contenuti di qualità. Ecco quindi che mi trovo in una posizione delicata che tuttavia non mi scoraggia perchè ritengo che questo sia un argomento decisivo riguardo al modo migliore di fare Social Media Marketing.

La teoria è semplice. Il modo migliore di creare una buona reputazione intorno ad un marchio, ad un progetto o ad una idea è quello di creare e diffondere contenuti di qualità, cioè scrivere articoli, pubblicare immagini o video che siano in grado di suscitare interesse e che lascino qualcosa a coloro che li hanno visionati.

Questo, che sembra quasi essere un assioma, è sufficiente a dare una direzione a coloro che lavorano in questo settore e lo vogliono fare al meglio? Naturalmente la risposta è negativa. Due sono gli elementi che devono essere presi in considerazione, uno formale e uno di contenuto.

La qualità si vede innanzitutto quando un testo e scritto bene, in un italiano corretto, scorrevole ed efficace. Sono qualità non scontate in questo settore, che non intesto neppure a me stesso ma che spesso trovo ridicolizzate da articoli che sembrano scritti da studenti delle scuole medie inferiori. Un pensiero, per essere comprensibile, deve essere sviluppato secondo un percorso preciso che conduca il lettore da una ipotesi postulata al principio ad una tesi conclusiva. Non di rado tutto ciò non accade, oppure quel percorso logico viene disseminato da buche, inciampi grammaticali e logici, che portano a rendere tutto il discorso piuttosto confuso e certamente inefficace. Ecco che, dunque, la forma da dare a ciò che si scrive risulta essere il presupposto per far bene il Social Media Specialist. Senza questo meglio fare altro.

Passiamo a vedere il secondo aspetto a cui ho accennato, il contenuto, le idee che vengono presentate. Certamente questo è il cuore della nostra attività. Occorre sapere esattamente cosa vogliamo dire e dobbiamo essere ragionevolmente convinti che il tutto sia interessante, utile agli altri e possibilmente originale.

Lo dico subito. Non è facile. Non lo è neanche per me che talvolta ho scritto cose che alla fine dei conti, non avevano un grande valore. Dietro una forma decente spesso si palesa un contenuto povero di informazioni e che aggiunge veramente poco a quanto già si sa. Il confine tra ciò che è interessante e ciò che non lo è risulta essere spesso sottile.

Arrivando alle conclusione di questo discorso devo essere io il primo che mi domando: è utile quanto ho scritto? Forse si, ma meglio sarebbe concludere con qualche consiglio.

Credo che scrivere cose interessanti sia il risultato del combinarsi di più qualità che si vanno a comporre tra loro. Occorre competenza, quindi occorre informarsi, leggere, approfondire. Occorre esperienza, quindi lavorare bene con i propri clienti, vedere dei risultati, sbagliare per poi correggere i propri errori. Occorre professionalità, quindi lavorare in modo coerente, onesto e preciso.

Ed allora, in bocca al lupo a tutti i colleghi! L’augurio migliore che posso fare a tutti noi è quello di essere sempre attenti, curiosi e pieni di fantasia.

gilchrest@mailxu.com saraslucinda@mailxu.com