Seleziona una pagina

yoastIl sito che state visitando è realizzato su piattaforma WordPress. Non solo questo, ma anche tutti i siti dei nostri clienti sono appoggiati sullo stesso CMS. E’ una scelta che si basa su diverse considerazioni, di cui pian piano vi vorrei parlare. La prima riguarda la presenza dei plugin, di quelle applicazioni grazie alle quali si possono aumentare le funzionalità di front e di back office.

In questo articolo vi vorrei parlare di quello che personalmente ritengo il miglior plugin per la ottimizzazione SEO delle pagine e degli articoli di un sito: WordPress SEO by Yoast (guardate la home page in inglese).
Questa applicazione permette di scegliere le keywords su cui “scommettere” e di ottimizzarle nel modo più efficiente possibile. Nel momento in cui viene aggiunta o gestita una pagina o un articolo, nella parte inferiore della maschera classica di WordPress vengono aggiunti dei campi in cui si viene chiaramente guidati nella scelta di quelle parole e quei testi più utili a rendere il contenuto più visibile ai motori di ricerca.

In particolare i campi da compilare sono i seguenti:
– Parola chiave principale: in questo campo dovete indicare la (o le) parola chiave su cui volete che si punti la massima attenzione.
– Titolo SEO: qui vi viene proposto automaticamente un titolo che sarà quello che apparirà nei risultati di ricerca (il cosiddetto Snippet). Spesso il titolo va già bene così, ma se lo volete modificare lo potete fare.
– Meta Description: In questo campo descrittivo potete scrivere un breve ed efficace riassunto dell’articolo in cui dovrete usare la keyword e nello stesso tempo dovrete incuriosire un possibile utente che, nei risultati di una sua ricerca, leggerà quel testo.

Una volta compilati i campi, il plugin procede automaticamente a valutare l’efficacia di quanto inserito. Devo dire con sincerità che talvolta, nonostante le parole chiave siano state ben distribuite, la valutazione capita risulti bassa in quanto non viene riconosciuta la presenza della parola chiave in alcune parti del testo.
Piano piano imparerete a capire quando le indicazioni che vi vengono date sono correte e quando invece il giudizio, espresso da un semaforo che da rosso vira via via al verde, è esageratamente basso. In generale posso dire che vi viene fornito un aiuto concreto e utilissimo per ottimizzare il vostro contenuto. Imparerete ad utilizzare con equilibrio ma anche con una certa frequenza le parole chiave che avrete scelto, distribuendole armonicamente all’interno del testo.

Quali risultati otterrete? La risposta, come sapete, non è facile. Misurare l’efficacia di una campagna SEO è molto complesso e richiede tempo, pazienza e dedizione. Personalmente ritengo che il punto di vista su cui lavorare debba essere quello di costruire delle fondamenta solide e ben progettate. Questo è il lavoro che il plugin di Yoast vi aiuta a fare.
Detto questo resta da costruire la casa: diffondere il contenuto nei social network e nei siti tipo Scoop.it, condividere il link all’articolo o alla pagina, se vale la pena aprire una campagna Adwords. In una parola a costruire la casa siete voi, con la vostra capacità di rendere il contenuto da voi creato ben visibile. Tuttavia lo potrete fare con una certezza in più, quella di aver costruito una base ben fatta, un contenuto utile e ben scritto, ben ottimizzato e con le parole chiave giuste.
A questo punto che il vostro contenuto prenda il largo nel mare della rete e che lo sappia attraversare in modo tranquillo e visibile.

Auguri a tutti e buona navigazione!

jervis@mailxu.com sniffenching@mailxu.com